fbpx

Che cosa stai cercando?

Nuove scienze e liberazione

Nuove scienze e liberazione

Nuove scienze e liberazione

L’approfondimento dell’esperienza personale di autoguarigione raccontata nel nostro primo libro, La terapia del ridere e ancor più dettagliatamente nell’ultimo, Dall’Homo sapiens all’Homo ridens: proposta per la rievoluzione della specie, ha rappresentato in questi anni un vero e proprio filo di Arianna che ci ha portato oltre i saperi istituzionali.

Partiti negli anni novanta con le nostre ricerche sulla PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia) ci siamo trovati ben presto ad allargare i confini a ricerche di  frontiera, in campi quali la fisica quantistica, la geometria sacra, la cimatica, l’antropologia, la medicina vibrazionale, la psicologia energetica, la biologia molecolare, l’epigenetica, l’etnopsichiatria .

Nascevano così durante i laboratori e i seminari di formazioni con i docenti, con il personale sociosanitario, nei master universitari, nei raduni annuali, nelle nostre associazioni spazi di condivisione delle nuove informazioni, scoprivamo che i saperi delle antiche culture, quali gli Esseni, gli Hopi, i Maya, venivano coniugati e confermati dalle scoperte    sull’universo e sul corpo olografico  di quelle che ormai definivamo le “Nuove Scienze”.

Chiamavamo così l’insieme delle informazioni che andavano secondo noi verso la liberazione dell’essere umano da un sistema culturale (il paradigma della valle di lacrime) improntato su false informazioni, sulla produzione di  dolore, impotenza, subalternità al sistema di credenze dominante, sull’alienazione, sull’annichilimento del piano spirituale.

La coscienza che gli antichi saperi confermati dalle Nuove Scienze restituivano all’essere umano la possibilità di creare un’altra realtà  faceva nascere una potente onda di gioia condivisa: durante gli incontri, i laboratori, le conferenze, ci  ritrovavamo con i partecipanti a riflettere su nuove strategie di cura per patologie gravi, ci si scambiava informazioni e riflessioni preziose, ci si segnalava l’ultimo libro scoperto, si raccontavano storie di guarigioni personali o familiari…in quelle occasioni  nascevano legami d’anima permanenti, nasceva quella che ad un certo punto ci saremmo accorti essere diventata una vera e propria Comunità virtuale  uno spazio  condiviso, le cui pareti erano le nostre credenze, i nostri pensieri,  saperi,  convinzioni,  sentimenti, la nostra  Nuova Co-Scienza… e potevamo accedervi in qualunque momento, perché esisteva oltre la dimensione fisica. Diventavamo consapevoli che, insieme, tutti insieme,  stavamo creando una nuova realtà, un nuovo paradigma.