fbpx

Che cosa stai cercando?

DISTANZIAMENTO SOCIALE L’ultima trovata per renderci disumani (e farci ammalare).

DISTANZIAMENTO SOCIALE L’ultima trovata per renderci disumani (e farci ammalare).

DISTANZIAMENTO SOCIALE L’ultima trovata per renderci disumani (e farci ammalare).

L’essere umano -per dirsi tale- vive in cinque funzioni diverse. L’azione contemporanea di tutte e cinque fa sì che possiamo dirci vivi.

Intanto l’Essere Umano vive una permanente (funzione di) Relazione con tutto ciò che è fuori dal suo confine “apparente”, l’epidermide. Noi abbiamo relazione con la Terra (forza di gravità); relazione con i regni minerale, vegetale e animale. Siamo in relazione con gli altri esseri umani, con una scala di intensità direttamente proporzionale all’appartenenza di questi “altri” alla cerchia ristretta delle persone più vicine: madre, padre, fratelli, sorelle, nonni, parenti, amici…

Quali sono le altre quattro funzioni?

La funzione mentale (il Pensiero) serve a cogliere i nessi causa-effetto, governa il linguaggio, la capacità di “essere razionali”. Le Emozioni sono informazioni, servono a regolare l’ambiente interno a quello esterno.

La funzione Corpo rappresenta la parte materiale del nostro Essere, una specie di tuta biologica per vivere nel mondo.

Infine esiste la funzione Spirituale, la Forza vitale che dà impulso al primo battito cardiaco, la “matrice” energetica dentro cui costruiamo tutte le altre funzioni e la nostra stessa Coscienza, cioè la capacità di “creare” la nostra realtà, in termini di fisica quantistica.

Va da sé che la funzione Spirituale appare come la più importante, essendo essa eterna, come non solo le religioni ci suggeriscono, ma l’epigenetica oggi sta dimostrando. (fonte: Bruce Lipton La biologia delle credenze ed.  Macro)

La dinamica tra le cinque funzioni è circolare, esse agiscono simultaneamente e tutte assieme, oggi si usa l’aggettivo “olistico” per rendere questa idea di interezza dell’Essere.

Ne deriva, per contro, che se vogliamo nuocere ad un Essere umano, in modo profondo e spesso irreversibile, lo priviamo anche solo una di una di queste funzioni. 

Il sistema -diremmo l’ideologia neoliberista in cui viviamo- in modo totalizzante da più di 30 anni è segnato dall’economia come attività preminente dell’Uomo e dal denaro (beni materiali) come fine ultimo dell’esistenza.

Questo sistema attacca sistematicamente la vita, in ogni sua manifestazione e, l’Essere umano in tutte le sue funzioni.  Vediamo come.

L’attacco alla funzione Spirituale dell’Uomo si è estrinsecato attraverso il diffondersi del materialismo, della squalifica sistematica degli aspetti etici dell’agire umano, persino, in occidente, della tentata secolarizzazione della religione.

La funzione Corpo è sotto attacco attraverso il cibo spazzatura/industriale, farmaci ed azioni mediche invasive, l’inquinamento ambientale, chimico ed elettromagnetico, il fallace e fortissimo culto della fisicità esteriore.

La funzione emotiva è sotto attacco mediante la semina a piene mani della Paura, dell’incertezza, della disperazione e della sfiducia, attraverso l’immaginario hollywoodiano, la guerra infinita e, da ultimo, le pandemie.

La funzione Pensiero è sotto l’attacco dell’impoverimento culturale, del completo snaturarsi delle forme lessicali, dell’uso di sconosciute locuzioni in lingua straniera, incomprensibili neologismi, disprezzo della cultura.

Oggi, nell’era del Covid19,  è sotto attacco anche la nostra relazione con l’esterno.

Il concetto di distanziamento sociale, che usa come scusante una pandemia di cui scopriremo presto la dolosità, la fallacità e l’esagerazione, mina, ancora una volta, alla base la natura umana.

Siamo esseri sociali, infatti, al centro di una imprescindibile ed ineliminabile serie di relazioni che si vivono soprattutto sul piano del contatto fisico.

Cosa è l’uomo senza il bacio, la carezza, l’abbraccio, il tenersi mano nella mano ? Come possiamo rinunciare a tutto questo senza inaridirci, senza distruggere il senso di noi stessi ?

E’ provato da numerosi studi che i bambini accuditi (accarezzati, baciati, cullati, ascoltati, osservati…in una parola fisicamente amati) sviluppano meglio il sistema immunitario, sono più forti e resistenti, crescono più velocemente. Questo perché nel contatto fisico si mettono in circolo i neurotrasmettitori del piacere, che sono immunostimolanti, cioè favoriscono la nostra salute profonda, l’immunità, unica garanzia di sconfiggere qualsiasi tipo di virus, batterio, cellula “impazzita”. Altro che farmaci, altro che vaccini!

Chi, oggi, ci avverte di stare lontano gli uni dagli altri, di mettere un metro tra noi e gli amati o gli amici, proibisce la festa come momento di scarico di ansia e gioia collettiva…chi impone oggi tutte queste azioni disumane, perché è preoccupato della nostra salute, al contrario ce la sta minando, attacca la nostra essenza sociale e, da ultimo, il nostro sistema immunitario in modo molto più aggressivo di qualsiasi eventuale corona virus.

Se siamo al punto che baciarsi ed abbracciarsi per strada diviene un atto provocatorio e contrario alla legge,  vuol dire che è la legge ad essere profondamente mostruosa, subdolamente nociva, abbondantemente disumana.

In ogni Costituzione è esplicito od implicito il Diritto di Resistenza, la disobbedienza, cioè ad un ordine ingiusto.

E’ ora di iniziare la disobbedienza civile in nome del più elementare cemento sociale: l’amore e tutte le sue manifestazioni fisiche.

L’abbraccio diverrà la nostra terapia.

Chi ascolta la paura seminata a piene mani e si isola, rispetta le insulse pretese di un Potere stupido e dispotico, vive dietro una mascherina, separato dall’umanità sentirà presto nel suo animo lo spezzarsi di qualcosa, vivrà un collasso psico immunitario, perderà il senso dell’esistenza perché ciò in cui crede e pratica è disumano e quindi gli si ritorcerà inevitabilmente contro.