fbpx

Che cosa stai cercando?

LA VITAMINA C

A cura di Sonia Fioravanti

Ciò che è accaduto e continua ad accadere rispetto alla vitamina C sarebbe da
solo sufficiente a rivelare intenzioni e obiettivi reali del nostro sistema di cura.
Partiamo da un esperienza per noi particolarmente significativa e cara. Ci
racconta il dr. Abram Hoffer:
“Lavoravo nella città di Vittoria, in Canada, nel 1977, quando venne da me una
signora a cui l’oncologo aveva diagnosticato un cancro al pancreas e tre mesi
di vita. La signora, che aveva letto il libro di Norman Cousins1, aveva
cominciato da sola ad usare elevate dosi di vit. C. e chiedeva un mio parere
per essere aiutata ad usare il massimo della dose sostenibile per lei. Nel suo
caso arrivammo a 40 grammi al giorno, insieme ad altri elementi di cui era
carente (Selenio, zinco…).
Sei mesi dopo mi telefonò a casa felice: l’ultima radiografia non rilevava alcun
segno di tumore!”
Nel 1982,Linus Pauling, due volte premio Nobel, mi sollecitò a raccogliere i dati
da me trattati in un articolo scientifico, che pubblicammo sul Journal of
Orthomolecular medicine…tra il 1978 e il 1999 ho trattato più di 1040 pazienti
con patologie tumorali…”
Gli studi sugli effetti antitumorali della vit. C. sono numerosissimi.
Il dr. Szent-Gyorgyi, nobel per le sue ricerche sulla vitamina C, il dr.Linus
Pauling, il dr.Cameron e altri ricercatori hanno dimostrato che la vitamina C
stimola i natural killer, le importanti cellule del sistema immunitario, e
previene l’azione distruttiva della ialuronidasi prodotta dal cancro.
Nel 1978 si tenne un primo congresso mondiale sulla vitamina C, ed il secondo
nel 1991, nei quali medici e ricercatori presentarono ottimi e stimolanti
risultati:veniva infatti dimostrato che tale vitamina sostiene la motilità dei
globuli bianchi, la produzione di anticorpi e la risposta dei linfociti T .
Ovviamente nei confronti di tale semplice e poco costoso rimedio c’è stata e c’è
in atto una campagna denigratoria e terroristica che dai supposti danni a carico
dei reni è giunta oggi, nella rivista Nature, a denunciare il pericolo di un danno
al DNA, e con la sola dose di 500mg. al giorno!
La vitamina C è disponibile di sintesi, acido ascorbico, (è quella che costa di
meno, la trovate in farmacia, ma chiedete che non contenga metalli pesanti,
1 La volontà di guarire Armando ed.
come il piombo, i farmacisti informati potranno rispondervi), naturale, rosa
canina, o in microcristalli naturali derivati dalla frutta, in erboristeria.
Se vuoi saperne di più puoi leggere: A. Hoffer, Medicina ortomolecolare per
dottori, Keats Publising, New Canaan,1989.