fbpx

Che cosa stai cercando?

TURISMO ISPIRATIVO

LA DESCRIZIONE
La Terra del Sorriso si trova al centro della Riserva “Man and Biosphere” dell’UNESCO del Monte
Peglia. Dichiarata nel 2018 risponde alla particolarità del territorio quasi spopolato, ricco di fauna
selvatica, di biodiversità mediterranea, di presenza di piccole aziende contadine con produzioni
straordinarie di formaggi ed altro. L’Alto Organismo dell’ONU ha così riconosciuto la perfetta
simbiosi esistente, in questo territorio, tra l’attività umana (scarsa) e la Natura (rigogliosa).
La Terra del Sorriso è una country house. Nelle nostre stanze, affrescate dalla visual artist Silvia
Pasquetti, non troverete la TV, ma una sobria bellezza. Per connettersi ad internet non c’è il wi fi,
ma solo il cavo, nella stanza comune. Il riscaldamento –a termosifoni- è alimentato a legna. Ci si
dorme benissimo, per via di una strana magia che è nell’aria e che probabilmente è data dalla
vicina Natura così prorompente ed incontaminata.
Ogni luogo, su La Terra del Sorriso ha il nome di un comico. Sul grande Piazzale Totò c’è “Il casale
di Pulcinella”: a due piani. In quello superiore ci sono tre stanze da letto, quella intitolata ad Anna
Marchesini, arancio, quella Woody Allen, gialla, e quella Gene Wilder azzurra.
l’ampio bagno dei “Blues Brothers” e la grande sala comune Mel Brooks (dotata di pittoresco
soppalco in legno).
Al piano inferiore si mangia nella sala Massimo Troisi (dove c’è anche il Centro di documentazione
sul ridere”, intitolato anch’esso al grande napoletano) unico in Italia e la grande camerata a sette
letti Aldo Fabrizi, con due bagni, il piccolo Stanlio ed il grande a norma handicap, Ollio.
Le attività laboratoriali si tengono in una porzione dell’ex porcilaia (Porcilandia), anch’essa
affrescata e dotata di soppalco in legno, intitolata a Charlie Chaplin. Qui la stanzetta Peter Sellers
ed il bagno Peppino De Filippo concludono la dotazione.
I sentieri e le strade de La Terra del Sorriso sono invece intitolate alle buone emozioni: Viale della
Fiducia; via delle Speranza; via del Coraggio; via della Risata.

LA PERMACULTURA
La Terra del Sorriso ha un’anima permaculturale. Che significa?
La permacultura è una filosofia, una modalità di approccio a sistemi naturali complessi, dove
l’uomo è chiamato a farsi “piccolo piccolo”, ad approcciarsi a quel che c’è (che c’era prima)
tentando di mettere in campo gli stessi meccanismi della natura: il riciclo, il recupero, il ri-uso.
Massime espressioni della permacultura sono l’orto sinergico, la bio-architettura, il tentativo di
produrre meno rifiuti possibile.
Un esempio: al nostro arrivo in questo podere, abbandonato da 40 anni, abbiamo trovato
moltissimi attrezzi agricoli vecchi o addirittura antichi, arrugginiti ed inservibili. Ora sono divenuti il
“Museo della Ruggine” e raccontano la storia contadina per il visitatore che si prende 5 minuti per
considerarne le forme, la disposizione, l’uso originario.
Un esperimento permanente, da noi, è quello dell’architettura comica: oltre all’evocazione dei
comici, attraverso i luoghi dedicati, come e dove è possibile cerchiamo di inserire elementi
incongui, modificare oggetti ad altro scopo e significato… Sullo sterrato che porta al Piazzale Totò
vi sono, ad esempio, molti cartelli stradali…rivisitati.

OSPITALITA’ E CIBO
Sono quelle normali di ogni country house.
L’ospite a panzallaria paga una quota per la pensione completa che comprende i pasti principali e
spesso una merenda pomeridiana comune.
Vi sono altri tipi di ospiti, ad esempio i wwoofers, giovani che offrono lavoro in cambio di ospitalità
per dei periodi stabiliti. Questi contribuiscono anche ai servizi.
In questa atmosfera anche gli a panzallaria spesso chiedono di aiutare nelle semplici cose di casa,
apparecchiare, sparecchiare, lavare le stoviglie…proprio perché si sentono “a casa”! In genere
vengono bonariamente dissuasi, ma se lo vogliono l’atmosfera diviene, se possibile ancora
migliore.
Il cibo, quando non è prodotto dall’orto, è biologico e vegetariano o vegano.
Anche i carnivori più spinti apprezzano, da noi, qualche giorno senza proteine animali che non
siano uova o formaggio. Infatti il cibo è cucinato con grande semplicità, maestria ed amore ed è
buonissimo, a detta degli adolescenti che spesso passano da noi dei campi scuola di 3 giorni (i
clienti più difficili ! ).
L’acqua da bere, filtrata, è energizzata secondo gli studi di Masaru Emoto.
Esiste un’altra categoria di ospiti, quelli che su La Terra del Sorriso vengono a curarsi. Non li
distinguerete dagli altri, se non, a volte, dal tipo di dieta.
Assai benvenuti sono i bambini, i ragazzi e gli adolescenti, per i quali organizziamo campi
divertenti, istruttivi, utili alla loro crescita armonica .
E’ possibile affittare la struttura per intero ed autogestirla per periodi di massimo 15 giorni.
Abbiamo attivato anche il servizio di “residenza teatrale” per quei gruppi che si preparano ad un
debutto ed intendono concentrarsi e prepararsi lontano da distrazioni e “rumori di fondo”.

LE ATTIVITA’, IL TERRITORIO
Spesso la presenza su La Terra del Sorriso è legata a laboratori di crescita personale, artistici,
d’altra natura. L’ospite a panzallaria se vuole può partecipare a queste attività, oppure fare
trekking nel bosco, visitare l’adiacente centro di recupero della fauna selvatica “La Formichella”
dei Carabinieri Forestali, fare un po’ di mountain bike, tiro con l’arco.
I più preferiscono però il dolce far niente.
Orvieto, una delle perle della valle del Tevere è assai vicina (17 km), come pure Todi, più o meno
alla stessa distanza. A 60 Km, facilmente raggiungibile per la statale 317 e la E42, c’è Perugia. A 20
km San Venanzo, paese piccolo ma con un interessante Museo Vulcanologico. Qui, per gli amanti
del nuoto c’è una bella piscina comunale ed un campo da calcio per improvvisi bisogni calcistici.
Un’altra piscina, ma con acque termali presso la bella Parrano, a circa 12 km da La Terra del Sorriso.